Laboratorio accessibile per le classi I°, II° e III° elementare

Tutto può suonare

Laboratorio a cura di Samuele Briatore

Dal 14 ottobre al 11 novembre (sabato ore 09:00-11:00)
14, 21, 23, 24 e 28 ottobre | 4 e 11 novembre

I ragazzi scopriranno che la maggior parte degli oggetti che vengono utilizzati e gettati quotidianamente possono essere utilizzati per produrre suoni. I ragazzi realizzano manufatti con l’utilizzo di materiali di recupero e di facile reperimento come fili, bottiglie di plastica, tappi, carta, colle e materiali plastici. I dispositivi che producono suoni e saranno collocati all’interno della scuola e nelle parti esterne del cortile.

Vai al laboratorio

Laboratorio accessibile per le classi V° elementare

Volti di cocci

Laboratorio a cura di Luigi Battisti

Dal 3 ottobre al 7 novembre (ore 14:30-16:30)
3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25 e 31 ottobre | 7 novembre

Il laboratorio in cui saranno coinvolti 20 alunni (10 della scuola media e 10 del secondo ciclo delle elementari) consiste nella realizzazione di un ritratto collettivo di grandi dimensioni – circa 200×300 cm – che sarà la somma dei volti degli alunni partecipanti. Il grande volto verrà realizzato in bianco e nero con cocci di recupero (piastrelle, vasellame, etc.) bianchi, grigi e neri sia lucidi che opachi. Al primo incontro verranno scattate le foto ai partecipanti e attraverso la sovrapposizione per proiezione dei volti ne uscirà un unico volto; da quel momento tutti si adopereranno per la ricerca dei materiali e la realizzazione del mosaico.

Vai al laboratorio

Laboratori accessibili per le classi delle scuole medie

CARTOLINE ROMANE (1989-2017)

Laboratorio a cura di Alvin Curran

Da ottobre a novembre

Per oltre 50 anni, ho seguito un inusuale strada musicale, ricercando il rapporto tra i suoni della natura (vento, acqua, fuoco, animali, umani, meccanici/industriali) con i suoni creati dall’uomo stesso – le lingue parlate, canti cantati e un’unica cosciente musicalità tra le creature vivente.

Questo Laboratorio avrà il compito di comunicare ai partecipanti l’immensa ricchezza della musica-naturale, in mezzo alla quale viviamo. Una sensibilizzazione che si sviluppa attraverso un ascolto profondo, un ascolto che apra le orecchie oltre il confine dei nostri gusti musicali e le culture d’ascolto.
In secondo luogo, il laboratorio avrà il compito di fornire i primissimi mezzi che permettano di poter “creare” liberamente con i suoni che ci circondano. Verranno introdotti i principi dell’arte sonora: tempo, durata, ritmo, colore (timbro), contrappunto –strati di melodie, ritmi oppure semplici rumori costruiti per l’ascolto simultaneo, “orchestrazione” (la combinazione di diversi colori sonori). Alcuni incontri saranno dedicati alla presentazione delle tecnologie attualmente esistenti, le quali sono alla base della creazione sonora attuale; altri alla conoscenza dei principi acustici e ai metodi usati da tutti popoli del mondo per fare loro musiche.
Il mio progetto intitolato CARTOLINE ROMANE risale agli anni 80, quando avevo proposto di creare un “ritratto sonoro” della città di Roma che assumeva la forma d’un “Cinema per le orecchie: un cinema che senza vedere ti lascia sentire il mondo intero come un grande sinfonia orchestrale.

Vai al laboratorio

YouTube e non solo: il video come strumento didattico e mezzo espressivo

Laboratorio a cura di Milo Adami

Dal 6 ottobre al 7 dicembre (venerdì 14:30-16:30 / sabato 9:00-12:00)
6, 7, 20 e 21 ottobre | 
10, 11, 24 e 25 novembre | 7 dicembre – Presentazione pubblica
Offrire ai docenti una guida per l’impiego di archivi audiovisivi preesistenti sul Web come materiale di supporto alla didattica, restituendo le testimonianze dirette dei grandi eventi della storia, è uno dei primi obiettivi di questo laboratorio. L’occasione non meno importante è aiutare gli studenti a formarsi una propria consapevolezza critica e responsabile di ciò che le risorse web possono offrire per meglio comprendere ed interpretare la storia e il presente e, non ultimo, stimolare in loro la curiosità di sperimentare il video quale mezzo espressivo.
Attivare il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti affidandogli il compito di produrre attraverso disegni, foto, registrazioni sonore, coordinati dai docenti e insieme agli abitanti del quartiere, video con tecnologia a basso costo, al fine di raccontare il proprio territorio e la propria vita extrascolastica, caricando il tutto e gestendo in autonomia su un canale Youtube della scuola, è il secondo e conclusivo obiettivo del laboratorio.

Vai al laboratorio

Il Suono del Vento

Laboratorio a cura di Samuele Briatore

Dal 14 ottobre a 11 novembre (sabato 11-13)
14, 21 e 28 ottobre | 
4-11 novembre
Grazie ad artigiani e liutai, il laboratorio offre la possibilità di realizzare dei prototipi di Arpa Armonica, dispositivo sonoro alimentato utilizzato nei Seicento alimentato dal vento. I dispositivi, produttori di suoni e musiche, verranno istallati nel territorio del municipio dimostrando la il loro funzionamento o il loro fallimento: tutto dipende dal vento.

Vai al laboratorio

Tecnologie e software per la progettazione e la realizzazione di performance di Vjing e Video Mapping

Laboratorio a cura di Dalila D’Amico

Dal 27 ottobre al 15 dicembre (venerdì 15:00-18:00 / sabato 10:00-13:00)
Ogni strumento di uso quotidiano può diventare un mezzo per trasformare la realtà in fantasia. Cellulari, fotocamere, computer, oggetti di uso comune verranno utilizzati per imparare ad utilizzare il video in maniera creativa.
I partecipanti saranno guidati a manipolare i contenuti video realizzati attraverso le tecniche di vjing e videomapping. Il termine VJ indica colui che mixa i videoclip musicali, in maniera analoga a un disc jockey (DJ) che mixa brani musicali. Il vjiing quindi è l’arte di mixare un flusso di immagini a tempo di musica. ll Video Mapping è una tecnica che trasforma ogni videoproiezione in una performance unica, sfruttando le caratteristiche architettoniche e le particolarità dello spazio che la ospita. Verranno messe in pratica varie tecniche di proiezione e disegno (su superfici urbane, all’interno di teatri, durante eventi in locali); particolare attenzione verrà dedicata allo studio e creazione dei contenuti. Si imparerà a gestire elementi video per performance teatrali, installazioni video e vjing, connettendo lo spazio alla musica e al video.

Vai al laboratorio

LAB-LANDSCAPE PIGNETO

Laboratorio a cura di Daniele Vergni e Ida Vinella

Dal 19 ottobre al 30 novembre
19, 20, 26 e 27 ottobre (dalle 14:00 alle 16:00) | 2 (14:00-16:00), 3(14:00-17:00), 7,  8, 14, 15 (14:00-16:00), 21, 22 e 30 novembre (14:00-17:00)

Per 25 studenti classi scuole medie
Ogni partecipante avrà un “Diario dei suoni”, una penna e una matita. Oggetti utili (non obbligatori) per tutti: registratore, clessidra, binocolo. Macchina fotografica. Bottiglietta d’acqua.
PRIMA SETTIMANA – “PROPEDEUTICA ALL’ASCOLTO E ALLA SPAZIALIZZAZIONE”
In aula: sensibilizzazione all’ascolto e passeggiate esplorative con discussioni in aula, prima raccolta materiali e considerazioni
SECONDA SETTIMANA – “PASSEGGIATE D’ASCOLTO”
Seguire tutta VIA DEL PIGNETO (da Malatesta a metro e mercato passando sopra la ferrovia) in modo da mappare il cambiamento acustico e le caratteristiche uditive lungo tutto il percorso
TERZA SETTIMANA- “REC-LANDSCAPE PIGNETO”
Se la macchina fotografica mette in cornice un’immagine, il registratore mette in cornice un suono. La nostra registrazione diventerà un prezioso documento di qualcosa che a breve non esiterà più. Il passaggio di un suono non è mai uguale a sé stesso e non è qualcosa di ripetibile. Bisogna archiviarlo in modo sapiente.

Vai al laboratorio